Vai al contenuto

Atavist è una piattaforma di web publishing che consente di realizzare prodotti multimediali.
Ha un’interfaccia molto elegante e consente anche la realizzazione dei prodotti in condivisione.
In particolare, Atavist permette di:

  • Raccontare storie, esperienze, eventi
  • Presentare o aggregare risorse su un determinato argomento
  • Preparare materiale per una lezione
  • Realizzare una ricerca o una relazione su un determinato tema
  • Scrivere un articolo
  • Raccontare un’attività didattica
  • Raccontare una storia
  • Realizzare un dossier
Share

Costruzione racconti per la classe quinta della primaria è un PDF elmedi. Niente di eccezionale ma costituisce comunque una risorsa libera a disposizione sul Web. Quali racconti? Racconti di avventura, storici, fantascienza, fantasy, descrittivo, informativo, ect. ect.

Share

Socrative è uno strumento gratuito che ti permette di proporre ai tuoi studenti quiz, verifiche e sondaggi in tempo reale in modo divertente e interattivo.

Socrative è uno strumento che accontenta proprio tutti perché sono disponibili la versione per browser, e le App per Android, per iOS e per Windows. Devi solo scegliere di volta in volta quale device vuoi utilizzare.

Puoi accedere a Socrative con il ruolo Teacher (insegnante) oppure con il ruolo Student.
Chi accede come Teacher dovrà utilizzare Socrative Teacher, chi lo utilizza come Student, invece , dovrà utilizzare Socrative Student.
Se accedi come Teacher dovrai creare un account Socrative (oppure accedere con il tuo account Google). Una volta creato l’account potrai utilizzarlo sia da browser che all’interno delle app.
Gli studenti, invece, non dovranno creare un account perché accederanno direttamente alla Room dell’insegnante attraverso l’inserimento del codice-stanza che l’insegnante dovrà comunicare loro.

Socrative permette di produrre in real-time tre tipi di domande/verifiche: a risposta multipla, Vero/Falso e a risposta breve.
I risultati delle verifiche vengono rappresentati graficamente. Il docente può analizzare i report online in un foglio di lavoro di Google o farseli inviare via email in formato Ms-Excel.

E’ possibile utilizzare Socrative anche per effettuare dei veloci sondaggi o per piccoli questionari in classe. E’ ottimo per fare un’istantanea indagine fra gli studenti e ottenere immediatamente il responso. è possibile sottoporre velocemente.

Con il giochino-gara Space Race si possono anche organizzare gli studenti a squadre. L’andamento della propria squadra sarà visibile e confrontabile con quello delle altre squadre. Ogni gruppo sceglierà un’astronave di un colore diverso e la vedrà avanzare proporzionalmente alle risposte esatte fornite.

Share

Edpuzzle.com è un sito per creare lezioni video interattive complete di domande e note audio.
Una semplice registrazione ci permette di accedere come “teacher” e di avere quindi a disposizione una bacheca personale.
Per cimentarsi nella costruzione di videolezioni è sufficiente scegliere “+ New video” dal menu sulla destra. A questo punto si procede caricando un video scelto da youtube, vimeo, Khanacademy, TED, National Geographic o altri canali.
Volendo, possiamo anche utilizzare un nostro video, con l’opzione “upload video”.

Quindi il video si può editare attraverso degli step successivi:
- tagliare le parti di video che non ci interessano (icona “crop”)
- registrare una traccia audio (“audio track”), sostituendo quindi la propria voce a quella del video
- registrare una nota audio (“audio notes”), ossia un semplice commento, una introduzione o conclusione a quanto viene mostrato e spiegato nel video scelto
- creare questionari (“quizzes”), che verranno visualizzati nel punto in cui noi decidiamo di inserirli e che possono essere a risposta chiusa o aperta, con la possibilità anche di inserire link, immagini o equazioni. Nello stesso punto si possono inserire più domande, non una soltanto.

Per ogni step c’è un tutorial in lingua inglese che spiega come usare al meglio le diverse funzioni.

Una volta terminata la costruzione e cliccata l’icona “done” dobbiamo scegliere il nome da assegnare al progetto. Quindi ci viene chiesto “Do you want to assign it now?” (“Vuoi assegnarlo ora?”). Scegliendo no, esso finirà salvato soltanto tra i “my videos”, altrimenti dovremo decidere a quali classi assegnare il lavoro. Naturalmente ciò sarà possibile solo se avremo già creato delle classi. Operazione semplicissima, quest’ultima, che si realizza sempre dalla home personale, con l’icona “+ New class”: basta indicare il nome della classe, la materia e l’ordine di scuola. Ogni classe è caratterizzata da un codice che voi fornirete agli alunni. Essi, andando su edpuzzle e scegliendo l’opzione “I’m a new student” si registreranno inserendo solo il loro nome, una user, una password e il codice della classe alla quale vogliono accedere.
A quel punto vedranno quali videolezioni sono state loro assegnate come compito.
A noi infine la (poca) fatica di visualizzare i risultati: quanti alunni hanno eseguito il compito, quanti e quali errori ha commesso ciascuno (ovviamente solo per le domande a risposta chiusa)!
Interessantissima da segnalare è infine la possibilità di assegnare ai ragazzi, come compito, la costruzione di videolezioni che rispondano ai criteri scelti dal docente, il quale dovrà elencare: argomento, obiettivi, istruzioni.

Di seguito il video di presentazione di Jessica Redeghieri:

Share